Organizzazione Livelli

Organizzazione della scuola

 La scuola d’italiano con migranti xm24  suddivide le sue lezioni articolandole su tre livelli. E’ importante sottolineare come quelli che vanno a definirsi come livelli sono già di per sé plurilivello, in quanto una diversità e una differente distribuzione delle competenze linguistiche è non solo un dato non eliminabile ma anche una potenziale ricchezza all’interno delle lezioni. L’omogeneità non rientra negli obiettivi della divisione in livelli. Esiste tuttavia una soglia limite di eterogeneità superata la quale i singoli non sarebbero in grado di trarre dalla scuola occasione di partecipazione e apprendimento,  e in conseguenza della quale potrebbero trovarsi in una condizione di disagio ed estraneità per la mancata comprensione delle dinamiche linguistiche e relazionali che si attivano durante la lezione. Per tale motivo i livelli definiti  da determinate soglie di competenza linguistica (in relazione alla produzione orale, la lettura e la scrittura), le quali servono per dare un’indicazione circa l’opportunità di partecipare alla scuola all’interno di un livello piuttosto che di un altro.

 

Livello 1 (base)

Requisiti

Il livello si rivolge a coloro che possiedono un livello di competenze linguistiche che sia nullo o basso: tendenzialmente si spazia da chi non parla per nulla l’italiano a chi sa comporre qualche frase minima senza verbo, o con il verbo all’infinito. Non è previsto nessun tipo di requisito linguistico per parteciparvi. Vista la potenziale enorme differenziazione interna, questo livello viene generalmente diviso in sottogruppi, più omogenei dal punto di vista linguistico (analfabeti nella lingua madre, prima alfabetizzazione, ecc).

 Caratteristiche

Si fa lezione con esercizi di ripetizione orale e di scrittura, a partire da esercizi scritti, attraverso dettati e attraverso brevi e semplici dialoghi. Il tipo di competenza maggiormente stimolata è quella relativa alla comprensione, di tipo contenutistico e grammaticale. Si lavora soprattutto su di un vocabolario base di tipo autoreferenziale (basato sull’io) e rivolto alle necessità pratiche. La soglia che indica la partecipazione a questo livello è appunto quella dell’autoreferenzialità, ossia la capacità di parlare di cose legate al sé e alla propria esperienza.     

 Obiettivi

Capacità di comprendere e costruire frasi minime (soggetto-verbo-oggetto), capacità sufficienti nel leggere e nello scrivere in modo autoreferenziale.  Ma ci si pone anche l’obiettivo della costruzione di un vocabolario minimo slegato dal sé e dalle utilità pratiche, in modo da poter sostenere una conversazione elementare e  per riuscire a capire, ascoltando una conversazione semplice tra due persone, almeno l’argomento principale.

 

Livello 2 (intermedio)

Requisiti

La capacità di uscire fuori dal campo dell’autoreferenzialità indica la capacità di partecipare al livello intermedio. Sinteticamente: avere un vocabolario e una comprensione di base rispetto ad argomenti astratti e non legati alla propria persona; avere la capacità di comunicare anche in relazione ad argomenti non precedentemente conosciuti e non legati direttamente al sé. La soglia è dunque quella della comprensione (sufficiente) del contesto esterno.

 Caratteristiche

Se all’interno del livello base il lavoro si concentra maggiormente sulle parole, all’interno del livello intermedio si lavoro si concentra sul dialogo e sulle frasi. Le lezioni sono maggiormente flessibili e meno strutturate, e la minore strutturazione delle lezioni vuole essere aumentata progressivamente.  Si cerca di lavorare su frasi progressivamente più articolate, attraverso un lavoro di gruppo e di tipo relazionale, in uno schema di lezione aperto,  tra persone parlanti lingue diverse. Se la formazione spontanea di sottogruppi su base etnica o linguistica può essere anche una risorsa utile all’interno del livello base, il livello intermedio si pone anche l’obiettivo di scardinare dinamiche relazionali e comunicative basate in modo esclusivo sulla comune provenienza nazionale o sulla condivisione della lingua madre.

Obiettivi

 Comprensione e produzione sufficiente di qualsiasi contenuto, nel parlato, nello scritto e nell’ascolto.


Livello 3 (avanzato)

 Requisiti

Capacità di comprensione, espressione e presentazione di sé. La differenza fra il livello intermedio e quello avanzato è segnata dalla distanza fra la capacità di comprensione e la capacità di produzione, orientata ad un intervento linguistico di tipo attivo e creativo. La soglia è dunque quella della capacità di produzione linguistica attiva.

 Caratteristiche

Caratteristica fondamentale del livello è quella della possibilità (linguistica) di un rapporto pienamente orizzontale insegnanti/studenti, di scambio più che di lezione. Esiste in questo livello la possibilità di creare l’argomento e il materiale della lezione in modo cooperativo,  come la possibilità, sempre da un punto di vista linguistico, di partecipare alla gestione della scuola fuori da una dinamica insegnanti/studenti.

Obiettivi

 Il livello avanzato si pone l’obiettivo dell’acquisizione delle competenze linguistiche necessarie ad una piena espressione e narrazione soggettiva: non solo la descrizione del mondo esterno, ma anche l’espressione del proprio sentire e del proprio punto di vista di fronte ad esso.  Si pone poi l’obiettivo di una partecipazione attiva e consapevole da parte di tutte e tutti alla scuola e al suo progetto.

 

Precisazioni

 – la partecipazione attiva al progetto scuola (al di là delle lezioni) è auspicata, incoraggiata e ricercata a tutti i livelli, ma in particolare al livello avanzato – e in modo diverso al livello intermedio – dove  esistono le condizioni linguistiche per sperimentarla a pieno. Ciò non toglie che questo non si presenta come obbligo in capo ai/alle migranti che fan parte della scuola.

– la grammatica è un mezzo, e come tale va portato avanti a tutti i livelli secondo le modalità adeguate e le necessità che si presentano (ovviamente al base avrà un ruolo e uno spazio maggiore, e in alcuni momenti centrale, rispetto agli altri livelli).

– man mano che si progredisce di livello, la comprensione grammaticale pura dovrebbe lasciare il posto alla comprensione concettuale e contenutistica della lingua, e in questo senso aumenta il vocabolario e si riesce a parlare di argomenti slegati da sé e dalle proprie necessità personali.

  1. Nessun commento ancora.
(non verrà pubblicata)