Assemblea aperta

La Scuola di Italiano con Migranti riparte!

Lunedì 26 settembre alle 19:30 a XM24 assemblea aperta a tutti e tutte coloro che sono interessat*  e hanno voglia di partecipare al progetto. Dal 3 ottobre riprendono le lezioni, ogni lunedì e mercoledì alle 19.


CHI SIAMO

La Scuola di Italiano con Migranti è un collettivo parte dello spazio sociale XM24 che unisce al percorso linguistico – didattico un percorso politico di ispirazione antirazzista, antifascista e antisessista che vede la lingua come strumento di emancipazione, auto-definizione e socializzazione. Un progetto di mutualismo dal basso che vuole essere il più orizzontale possibile in tutte le sue pratiche.

 

COSA NON SIAMO
Non siamo un posto dove fare il tirocinio per ottenere il ditals. Non siamo un luogo dove fare volontariato, perché rifiutiamo la logica assistenzialista che vede i migranti come utenti passivi di un servizio

 

Sim XM24, Settembre 2016

Nessun commento

La SIM riparte !

Ciao,

 

La Scuola Italiano con Migranti riapre il lunedì 3 ottobre alle 19:oo !

Si trova sempre all’XM24, via fioravanti alla Bolognina, Bologna

Vi aspettiamo !

 

SIM XM24

 

Hello,

 

The Italian school with migrants reopens on Monday, october 3rd at 7pm

The lessons are still held at XM24, via fioravanti 24 in the Bolognina neighborhood in Bologna

Looking forward to see you !

SIM XM24

 

Salut à tous/toutes

L’école d’Italien avec migrants réouvre ses portes le lundi 3 octobre à 19:00

Comme les autres années les cours ont toujours lieu à l’XM24, Via fioravanti 24, à la Bolognina, Bologna !

A bientôt

SIM XM24

Nessun commento

Checkpoint Europe !

CHECKPOINT EUROPE
DUE GIORNI DI PROIEZIONI, DIBATTITI E CONCERTI
CONTRO TUTTE LE FRONTIERE

13442402_1776513799244034_261052679562685277_n
SABATO 25 GIUGNO

19.00
INAUGURAZIONE DEL FREESPOT DI BOLOGNA A XM24 E AGGIORNAMENTI SULLE DEPORTAZIONI A VENTIMIGLIA E SULLA SITUAZIONE BOLOGNESE
Il Freespot di Bologna nasce come spazio di organizzazione e informazione sia per chi è in viaggio, sia per chi a partire da qui rifiuta le frontiere. Sarà l’occasione per scambiarci aggiornamenti sulla situazione ai confini esterni, per ragionare sull’estendersi delle frontiere sul territorio e per condividere il progetto di supporto al transito.

A SEGUIRE APERICENA CON CIBO GENUINO E CLANDESTINO

20.00
PRESENTAZIONE DEL LIBRO ” L’EUROPA DEPORTA” E DELLA MOSTRA FOTOGRAFICA INSIEME AGLI AUTORI MATTEO SPERTINI, PAOLO GRASSI E CHRISTIAN PAROLARI
“Un’esperienza di ricerca sociale partecipativa e, allo stesso
tempo, un esperimento di fotografia documentarista.
L’Europa deporta” nasce dall’esigenza di un gruppo di
rifugiati politici ospitati presso una struttura della provincia
di Varese di informare circa la legislazione europea
in materia di asilo politico. Per far sapere che un assurdo
regolamento comunitario obbliga i richiedenti asilo a
tornare nel primo paese europeo in cui hanno fatto ingresso
– in sostanza deportandoli – aspettando che i
lenti tempi burocratici facciano il proprio corso.
Il libro riporta la storia del viaggio di cinque ragazzi e vi
associa un lavoro fotografico.
La parte visuale del testo rifugge però il sensazionalismo,
sostituendovi consapevolmente il distacco della tecnica
dello still life: oggetti simbolo scelti da alcuni richiedenti
asilo per rappresentare il proprio bagaglio lungo il cammino”

DALLE 22.30 CONCERTI E DJ SET

Los Pollos Hermanos (cumbia peruviana)
Dj set
Qulet Sunday (techno Indusrial)

DOMENICA 26 GIUGNO

19.00
PROIEZIONE DEL DOCUMENTARIO ” MANANA INSHALLAH”
“Melilla, cittá europea sul continente africano.
Notte e giorno Ilies guida attraverso la cittá. Tassista irregolare marocchino, Ilies vive fin dalla nascita sul territorio spagnolo, senza poter ottenere i documenti necessari per regolarizzare la sua attività e condurre una vita tranquilla.
Aomar e Mohammed insieme a decine di giovani ragazzi marocchini, vivono nascosti tra gli scogli nelle vicinanze del porto, nella speranza di riuscire un giorno a salire clandestinamente sulle navi mercantili dirette verso il continente europeo.
Climako, giovane camerunense da 5 anni intrappolato a Melilla, è stato espulso dal centro di accoglienza per migranti, e da 7 mesi è costretto a vivere in un accampamento di fortuna in prossimità del centro stesso. Prigioniero di una torbida burocrazia vive una condizione di costante incertezza riguardo al suo futuro.
Seguendo queste tre storie gli autori di “Mañana Inshallah” cercano di illustrare la situazione migratoria a Melilla, luogo simbolo della cosiddetta “accoglienza” europea.”

21.00
CENA GENUINA CLANDESTINA MAROCCHINA

Bologna No Borders
Sim – Scuola d’italiano con migranti

Nessun commento

Primo Marzo: Sciopero dei migranti !

primomarzoseidici
Come Scuola di Italiano con Migranti di XM24 partecipiamo allo sciopero dei/delle migranti del 1 Marzo a partire dalle nostre pratiche politiche quotidiane.
Le esperienze degli ultimi anni, da Ventimiglia alla lotta NoBorders a Bologna, fino alle relazioni strette attraverso le lezioni di italiano, restituiscono la complessità di un sistema di frontiere molteplici, non solo nazionali, salariali o legate al welfare.

La mobilità “clandestinizzata” attraverso i confini è rimasta spesso oggetto di una solidarietà individuale e informale, rimanendo intrappolata in un’invisibilità che condanna al silenzio ed impedisce una presa di parola politica. L’attraversamento dei confini ha invece ridisegnato la costituzione materiale europea, acquisendo le sembianze di un “noi” laddove non poteva essere governata: Ventimiglia, Calais, Idomeni.

Per tanti e tante solidali, “scioperare le frontiere” e rivendicare il diritto alla mobilità, non ha significato “organizzare” in un soggetto collettivo dei destini individuali, ma negoziare ogni differenza, linguistica e sociale, per farne emergere una voce meticcia.

Di fronte a un sistema di accoglienza che lega lo sfruttamento economico non al lavoro, bensì alla passiva “tutela” dei bisogni primari, dobbiamo ripensare le forme dello sciopero a partire da un percorso di incontro quotidiano. In questo senso, l’autorganizzazione del viaggio migrante (dall’apprendimento della lingua fino all’accesso alle informazioni) ha dichiarato “politico” ciò che, per essere governato, doveva restare semplicemente “umanitario”. A partire da qui, incrociamo le braccia.

“Dalla parte di chi viaggia”,
Scuola di Italiano con Migranti XM24

Nessun commento

Vin brulé di autofinanziamento all’ XM24

Giovedì 25 Febbraio saremo all’XM 24 dalle 19 per autofinanziarci ! Per l’occasione faremo un Vin Brulé, e saremo anche presenti al bar di XM. Se volete saperne di più sulla SIM, non esitate a venire all’XM24, Via Fioravanti 24 in Bolognina !

Abdruck der Asterix-Motive honorarfrei nur in Verbindung mit Berichterstattung Ÿber Asterix und unter der Bedingung der Anbringung des Copyright-Vermerks: © LES ƒDITIONS ALBERT RENƒ/GOSCINNY-UDERZO

 

Nessun commento

Welcome to Europe! Welcome to Italy! Welcome to Bologna!

Domenica 14 Febbraio ci troviamo alle 13 all’XM 24 e andiamo insieme all’iniziativa di Bologna No Borders, Eat the Rich e del laboratorio Sociale Afrobeat davanti al Hub di Via Mattei

 

drookertrumpets

L’Hub di via Mattei è il luogo dove molti migranti vengono portati, dopo lo sbarco sulle coste del Sud. Qui molti di loro attendono di essere ricollocati in una struttura della regione.

L’attesa, come la periferia in cui l’Hub si colloca, alza una nuova frontiera.
Le persone al suo interno sono libere di uscire, ma le poche informazioni e la lontananza, un’ora a piedi dal centro città, costruiscono un vuoto che innalzano muri tra chi attraversa e vive le periferie e chi no. Certo non ci troviamo davanti a muri di filo spinato o al mare a largo di Lampedusa, ma a un confine invisibile che comunque divide creando disuguaglianze e privilegi. Per questo abbiamo pensato ad un’iniziativa presso il Giardino Pioppetto Mattei, a pochi metri dall’Hub, luogo molto frequentato dai residenti del centro.
Per questo abbiamo pensato ad un’iniziativa presso il Giardino Pioppetto Mattei, a pochi metri dall’Hub, luogo molto frequentato dai residenti del centro.

Domenica 14 febbraio, alle 14, il gruppo di Bologna NoBorders, la Rete Eat the Rich e il Laboratorio Sociale Afrobeat saranno sul posto per un momento di musica e socialità con cibo genuino e clandestino, per dare informazioni sulla città e abbattere la frontiera dell’isolamento.

Nessun commento

Cinema in Arabo – prima edizione !

Domani sera, Mercoledì 16 dicembre, un evento imperdibile:

cinema arabo 2

cinema arabo

Per la prima volta, il collettivo Scuola di Arabo Migrante, nato all’interno della SIM, vi invita a condividere cinema e cibo ! Non mancate !

 

Nessun commento

Lezione collettiva

Ciao

Martedì 15 dicembre, finiamo 2015 con la lezione collettiva ! La lezione collettiva finisce il tema del mese e è anche un bel momento di condivisione e socialità. Ci troviamo tutti/e alle 19 all’XM 24 e poi dopo la lezione festeggiamo e mangiamo quello che abbiamo portato !

 

Festa fine anno 2013

 

,

Nessun commento

Ventimiglia è Ovunque

NoBorder_BANNER_COL_WEB

 

A quasi tre mesi dall’inizio della lotta sugli scogli, il Presidio NoBorders di Ventimiglia chiama gli altri territori per una manifestazione di solidarietà.
Nelle ultime settimane infatti le forze di polizia francesi e italiane hanno alzato la pressione sul Presidio. Non bastavano i rastrellamenti dei migranti che tentano di passare la frontiera, non bastava la loro detenzione illegale nei container della polizia francese, non bastavano i respingimenti. Ora le polizie di Italia e Francia cercano di colpire gli attivisti e le attiviste attive al presidio attraverso fogli di via, fermi in questura e addirittura carcere preventivo. Bologna risponde alla chiamata convocando un concentramento alla Stazione Centrale per allestire un punto informativo sulla situazione di Ventimiglia e sulle politiche di “accoglienza” che vengono riservate ai migranti che arrivano in città. Il presidio si sposterà poi verso Piazza dell’Unità, per una cena sociale seguita dalla proiezione del film “Io sto con la sposa”.
Bologna risponde perché siamo consapevoli che le frontiere sono ovunque, perché, con il suo hub center, la nostra città è diventata uno snodo determinante nella costruzione di muri contro i flussi migratori, nello stabilire in maniera discrezionale chi ha diritto o meno di rimanere in Europa.
Bologna risponde perché le misure repressive che hanno colpito gli attivisti di Ventimiglia, sono ampiamente utilizzate nella nostra città, diventata un campo di sperimentazione per fogli di via, arresti domiciliari e divieti di dimora.
Bologna risponde, perché Ventimiglia è in ogni città.

Bologna No Borders

la convocazione da parte del Presidio No Borders di Ventimiglia

DOMENICA 6 SETTEMBRE 2015

>> ore 17.3o Concentramento Piazzale della Stazione Centrale

>> Arrivo Piazza dell’Unità con cena a cura della Rete Eat the Rich e CampiAperti 

>> proiezione di “Io sto con la sposa

,

Nessun commento

Festa di autofinanziamento Scuola d’Italiano CON Migranti XM24

Giovedì 22 

ore 19.20 a Xm24

H 20.00 > Cena di autofinaziamento

H 20.30 > Concerto dai ritmi Blues con MIDWA (from Niger, Mali, Algeria, Libia) e con i BERLINO (Bologna)

A seguire DJ set mescolanze di rock 

10850299_10204597203543975_8327432131898919855_n

Nessun commento