BOLOGNINA IN STRADA – Festa di quartiere: Domenica 14 Dicembre dalle h10.30

 

10858075_10205425842989248_8094463660830610039_n

DOMENICA 14 DICEMBRE in via Angelo Michele Colonna (tra via Bolognese e via Tibaldi)

-dalle ore 10.30 incursioni musicali, tessuti aerei, live painting, area giochi per bimbi e bimbe, banchetti espositivi, ciclofficina in strada, mostre.

-dalle ore 13.00 pranzo sociale a cura della rete Eat the Rich, porta in strada e condividi ciò che vorresti trovare, ogni tua pietanza è gradita.

-dalle ore 16.00 assemblea di quartiere, a Corte3, angolo via Nicolò dall’Arca, via Franco Bolognese.

 

Quello che vogliamo cominciare a costruire insieme a tutte e tutti gli
abitanti della Bolognina è un quartiere solidale, aperto, e che sappia
trovare nelle proprie diversità  concrete opportunità di cambiamento e di
organizzazione!
Questa festa vuole essere un bel momento per incontrarci, per viverci il
quartiere come lo vogliamo noi, per iniziare un percorso comune che ci
permetta di riscoprire legami di solidarietà.
In tempi di crisi, una comunità rinsaldata è antidoto alla “guerra tra
poveri” che qualche politico sciacallo cerca di fomentare: disoccupazione
e precarietà crescenti, emergenza abitativa e smantellamento dei servizi
sono inoltre direttamente legati alle problematiche che vive il nostro
quartiere. La Bolognina è sempre più un cantiere a cielo aperto e la
promessa di una  “riqualificazione” ha per ora lasciato spazio solo alla
speculazione edilizia, alla  devastazione del territorio, allo spreco di
risorse ed alla disgregazione dei legami sociali.
Per questo motivo ci sembra  quanto mai necessario ragionare insieme sui
cambiamenti del nostro quartiere nel contesto di crisi sociale, politica
ed economica in cui ci troviamo.

Le recenti tensioni nei quartieri di Tor Sapienza a Roma e di San Siro a
Milano, le provocazioni  delle destre e dei movimenti xenofobi nei
confronti dei migranti e di tutti coloro che sono indicati come “diversi”,
la crisi abitativa e la legittima  sfiducia nella politica
istituzionale e nei suoi partiti, sono tutte espressioni della montante
esasperazione sociale.
Ripartiamo dalle strade condivise e dai legami sociali!
RIPRENDIAMOCI IL QUARTIERE: torniamo a far vivere le piazze e le strade!

 

Qui l’evento FB: https://www.facebook.com/events/1519573544985214/?fref=ts

, , , ,

Nessun commento

Festa fuori dal ghetto! 23 nov., ore 18 @SPM Ivan Illich

Anche la SIM XM24 parteciperà alla presentazione/dibattito/festa!

 

Siete tutti invitati!

Appuntamento domenica alle 16.45 a XM24 o direttamente alle 18 alla Scuola Popolare di Musica Ivan Illich (Via Antonio Giuriolo, 7 – bus 27, fermata Caserme rosse)

NON MANCATE!

 

23 nov 2014 LA FESTA FUORI DAL GHETTO

, , ,

Nessun commento

Territorio, apprendimento, salute @ Vag61

Venerdì 7 e Domenica 9 novembre si svolgeranno a Vag61 tre incontri, nella cornice organizzata da Tod@s Somos Galeano intorno alle pratiche di autonomia e di neo-mutualismo, sulle macro-tematiche del territorio, dell’apprendimento e della salute, anche in vista dello sciopero sociale del #14N:

“In che modo costruire nuove forme rivendicative a partire dalle pratiche autonome?
Come uscire dal paradigma economico della sussidiarietà per entrare nel legame politico della complicità?

Due giornate di confronto per contribuire all’avviamento di una riflessione sulle forme di cooperazione e sulle pratiche di mutualismo alla luce della necessaria ambiguità che intrattengono con i tentativi di cooptazione istituzionale.”

VENERDI 7
ore 18:00 – Territorio: abitare Bologna

DOMENICA 9
ore 14:30 – Apprendimento: camminar domandando

ore 18:00 – Salute sociale: Consultoria e sciopero dai generi

Qui l’evento Facebook

, , , ,

Nessun commento

Servizio di Report Time su Umar, ragazzo respinto dalle scuole bolognesi

LOGODefEsce su Report Time un servizio sulla storia di Umar, ragazzo quindicenne che per più di un anno è stato respinto dalle scuole bolognesi con la classica risposta “siamo pieni” e senza che la sua iscrizione venisse nemmeno registrata.

Solo dopo l’interessamento dell’Osservatorio sui Respingimenti Scolastici e con l’aiuto della giornalista, ad Umar è stato trovato un posto a scuola, ma chissà quanti sono gli studenti – soprattutto migranti – che rimangono “fantasmi” della scuola e che si vedono negato un diritto fondamentale, per di più in età da scuola dell’obbligo.

Qua il link all’articolo: http://www.corriere.it/inchieste/reportime/societa/scuola-accettano-studente-solo-alla-telecamera/b440995e-5302-11e4-8e37-1a517d63eb63.shtml

Oggi alle h10 l’Osservatorio ha convocato un presidio davanti all’Ufficio Scolastico in via de’ Castagnoli 1

A seguire conferenza stampa h12

 

, , , ,

Nessun commento

Presidio contro i respingimenti scolastici – Martedì 14 h10 all’Ufficio Scolastico (via de’ Castagnoli)

BASTA RESPINGIMENTI SCOLASTICI, BASTA RAZZISMO ISTITUZIONALE

È passato un anno dal caso del bambino bengalese escluso dalla scuola e dalle numerose mobilitazioni portate avanti dall’Osservatorio sui Respingimenti Scolastici, organismo informale costituito da varie realtà cittadine sensibili alle problematiche dei migranti e della scuola. Nonostante i vari appelli a garantire un diritto universale come quello allo studio e a riorganizzare definitivamente l’istituzione scolastica, ci siamo ritrovati di nuovo a settembre con una situazione di sempre maggior emergenza.

L’anno scolastico è iniziato con 33 ragazzi/e che, nonostante l’iscrizione, sono rimasti/e fuori dalle classi. Secondo i numeri della Prefettura, poi, entro dicembre arriveranno tramite ricongiungimento familiare altri 77 minori in età da obbligo scolastico. Come verrà garantito loro il diritto allo studio?

Nonostante i finti buoni propositi e la propaganda del Protocollo per l’accoglienza e
l’inclusione degli alunni stranieri nelle scuole
, sul territorio bolognese si continuano a rimandare a casa gli studenti migranti e le loro famiglie. L’Ufficio scolastico provinciale e gli altri enti competenti non hanno trovato ancora una soluzione per garantire loro un diritto sancito dalla Costituzione e da tante altre leggi internazionali.

Questi sono solo i dati “ufficiali”: infatti tutte le realtà che fanno parte dell’Osservatorio vengono quotidianamente a conoscenza di nuovi casi. Spesso le scuole vengono meno al loro dovere di prendersi carico dell’iscrizione con l’ormai consueta frase «Siamo pieni», contravvenendo ad un obbligo previsto per legge. Rimandare a casa senza iscrizione tutti/e questi/e ragazzi/e finisce per renderli veri e propri fantasmi del sistema scolastico italiano e in alcuni casi viene negato loro il diritto all’istruzione anche per più anni di seguito.

Sempre più numerosi sono i casi dei minori costretti a frequentare scuole molto distanti dalla loro abitazione, spesso senza una rete di trasporti adeguata e rendendo complicato se non impossibile una frequenza costante e adeguata.

Altro caso emblematico, che prescinde dalla sfera dell’obbligo, è quello che riguarda le scuole superiori: per ragazzi/e stranieri/e è diventato praticamente impossibile scegliere un percorso di studi in autonomia e adeguato alle proprie inclinazioni e desideri. Sempre più gli studenti migranti sono costretti a iscriversi in quegli istituti che hanno posti disponibili e che, guarda caso, sono solo scuole di avviamento al lavoro e professionali, determinando una selezione preventiva dei futuri assetti della società italiana.

È evidente che nel sistema scolastico locale e nazionale non c’è una volontà politica reale volta a garantire l’inserimento dei migranti e a tutelare l’effettiva parità di diritti tra cittadini italiani e non.

È questo il modello della #buonascuola di Renzi in continuità con politiche decennali di definanziamenti, privatizzazioni e discriminazioni.

Nonostante si continui ad affrontare la situazione come un’emergenza, noi ribadiamo che il problema è strutturale: il modello è quello di una scuola sempre più classista e razzista a cui ci opponiamo fermamente.

La scuola che vogliamo deve essere aperta, inclusiva, solidale, un luogo di aggregazione e incontro tra persone e culture diverse.

Ancora una volta ci troviamo davanti a casi quotidiani di razzismo istituzionale.

Ancora una volta non staremo in silenzio a osservare ma denunceremo di nuovo le pratiche razziste dei respingimenti scolastici e porteremo le testimonianze degli studenti e delle famiglie coinvolte: per questo invitiamo la stampa, i genitori, gli insegnanti e chiunque si opponga a questo modello scolastico

Martedì 14 ottobre

Presidio ore 10.00

Conferenza stampa ore 12.00

davanti all’Ufficio scolastico via de’ Castagnoli 1

Per la parità di diritti tra migranti e non! Per la libertà di circolazione e di istruzione, contro i respingimenti scolastici!

Osservatorio contro i respingimenti scolastici

tel. +39 3396574312

Email. norespingimentiscolastici@gmail.com

, , , , , ,

Nessun commento

Informazioni utili per tutti/e i/le migranti sull’operazione europea MOS MAIORUM

maxresdefault Tra il 13 e il 26 ottobre prossimi si svolgerà una operazione di polizia congiunta tra le polizie europee chiamata “Mos Maiorum,” coordinata da Frontex. Lo scopo dichiarato dell’operazione è quello di colpire le organizzazioni che gestiscono i passaggi e raccogliere dati utili al contrasto di quella che chiamano immigrazione clandestina. Di fatto, aumenterà il rischio per tutti i migranti e le migranti di essere fermati, alla frontiera e dentro i confini europei, per il controllo dei documenti. Per questo motivo pubblichiamo un documento dello Sportello Medico Giuridico di XM24 che fornisce indicazioni utili per tutti/e i migranti e le migranti.

ATTENZIONE: Tra il 13 e il 26 ottobre si terrà un’operazione coordinata a livello europeo per reprimere l’immigrazione clandestina. Questo significa che ci sarà una maggiore presenza di forze dell’ordine, soprattutto in Italia. La polizia e le altre agenzie dell’Unione cercheranno di intercettare le rotte dei migranti, di fermare e arrestare i migranti illegali e di raccogliere informazioni dagli stessi. Questi agenti lavoreranno sia lungo i confini esterni dell’Unione sia all’interno degli Stati membri. Il nome di questa “operazione congiunta” è Mos maiorum ed è diretta e coordinata da Frontex (l’Agenzia europea per la gestione delle frontiere esterne) e il Ministero degli Interni italiano, visto che l’Italia è attualmente alla Presidenza del Consiglio dell’Unione europea. Questa operazione congiunta è il seguito di altre precedenti avutesi in passato, ed è stata predisposta sulla base delle linee guida contenute nella Guida per le operazioni congiunte di polizia (doc. 16825/10 ENFOPOL 343 JAI 995 COSI 76).

Se vieni fermato ricorda che hai il diritto di chiedere asilo o la protezione umanitaria in   qualsiasi      momento. Ogni individuo deve vedersi garantito l’asilo o la protezione umanitaria se soggetto al rischio di persecuzioni o esposizione ad un grave danno nel suo Paese d’origine. Se hai già presentato domanda di asilo hai il diritto di presentare una nuova domanda se le circostanze iniziali sono cambiate o se è emersa una nuova prova che non è stata presa  in      considerazione. Se non sei sicuro circa la tua situazione o se hai dei dubbi sulla legge è importante che tu chieda un parere giuridico indipendente (e per ‘indipendente’ s’intende da parte di qualcuno che non lavora per il governo). Se non vuoi richiedere asilo ci possono essere altri       modi       per   regolarizzare   la     tua   permanenza. Se hai presentato domanda di asilo è importante che tu riceva una consulenza legale prima di presentarti all’audizione di fronte alla Commissione territoriale.

Ci sono diverse organizzazioni in Italia che offrono consulenza legale indipendente e gratuita, lo Sportello Medico Giuridico di Xm24 a Bologna è tra queste, aperto tutti i venerdi dalle 19 alle 21 in via Fioravanti 24.

Scarica qui il foglio informativo multilingue, stampalo e diffondilo tra amici e conoscenti:

mos trad

, , , , ,

Nessun commento

SIMmu in piazza!

Ripartono le attività della Scuola di Italiano con Migranti di XM24!
mercoledì 24 settembre, alle 18, ci vediamo tutte e tutti in piazza dell’unità per una merenda/aperitivo!
non mancate!!!

Festa fine anno 2013

Cibo, musica e allegria.
Porta quello che vorresti trovare!

 

, , , , , ,

Nessun commento

Lunedì 29 settembre, riniziano le lezioni

Lunedì 29 settembre, riniziano le lezioni
@ Scuola d’Italiano con Migranti XM24

Gratis- Libera- No documenti richiesti

Vieni a trovarci
Lunedì, Martedì, Mercoledì
ore 19:00- 21:00

Manifesto BN con cinese e tel.

意大利移民学校 xm24
免费-自由
无需证件
来这里找我们
星期一,星期二,星期三 时间19:00-21:00

 

مدرسة تعليم اللغة الإيطالية
للمهاجرين
(Xm24)
مجانية،حرة، بدون وثائق
مرحبا بك. الإثنين،
الثلاثاء،الأربعاء
من الساعة 19:00 إلى 21:00ا

 arabo

, , , ,

Nessun commento

Ci rivediamo a settembre!

La Scuola d’Italiano CON MigrantiXM24 riaprirà lunedì 29 settembre

The School of Italian WITH MigrantsXM24 will reopen Monday, September 29

L’école d’italien AVEC MigrantsXM24 va réouvrir lundi, 29 Septembre

 

Vi aspettiamo numeros* per costruire insieme un altro pezzetto di scuola, di strada e di lotta,

perché a imparare insieme c’è più gusto,

e perché, ormai lo sappiamo, tutt* insieme SIMmu più forti!

 

Orario lezioni:

lunedì, martedì e mercoledì dalle 19.00 alle 21.00

Nessun commento

Anche la SIM nello spettacolo “Le parole e la città”

Da lunedì 14 a domenica 20 luglio ore 21.30 | ITC Teatro di San Lazzaro/Parco della Resistenza


Le Parole e la Città


Spettacolo itinerante per cento attori e ospiti diversi ogni sera

Le Parole e la città_ITC

Uno spettacolo scritto, recitato e realizzato con la collaborazione di oltre 3000 intervistati. Un’azione teatrale collettiva recitata in più lingue: italiano, inglese, arabo e una speciale versione per bambini.

Una città teatrale da scoprire seguendo le suggestioni sonore di chi la abita e di chi la vivrà sera per sera.

con gli attori, i drammaturghi e i registi del Teatro dell’Argine
ospiti di eccezione ogni sera diversi:

Eugenio Allegri,Babilonia Teatri, Ascanio Celestini, Laura Curino, Giuliana Musso, Oblivion, Mimmo Sorrentino, Punta Corsara, Teatro delle Albe

Per maggiori info: http://teatrodellargine.org/site/lang/it-IT/page/45/project/22#.U7FUIqh3RIs

 

Anche la SIM avrà il suo spazio all’interno dello spettacolo! Non mancate!!

,

Nessun commento